Giusy Ferreri – Il Mio Universo


Pubblicato il 16 Febbraio 2011 per conto della ‘’Sony Music’’, ‘’Il Mio Universo’’ è il secondo album di inediti della cantante Giusy Ferreri, reduce dalla 61esima edizione del Festival di Sanremo, in gara tra i Big con la verve esplosiva ed inondante de ‘’Il mare immenso’’, singolo che funge anche da apripista all’album in questione, classificatosi al decimo posto nella classifica finale della competizione canora.

Composto da 13 tracce inedite, ‘’Il mio universo’’ è il disco della rinascita per la vincitrice morale della prima edizione del celebre talent show ‘’X-Factor’’, dopo le clamorose vendite dei precedenti ‘’Non ti scordar mai di me’’ (2008) e ‘’Gaetana’’ (2008),  e dopo le deludenti , seppur di rilievo, vendite riscontrate da ‘’Fotografie’’ (2009).  Giusy Ferreri si sveste degli abiti da ‘’Amy Winehouse all’italiana’’ e si tinge di un rock commerciale e radiofonico, e di una nuova veste da ‘’Dark lady’’ .

Prodotto da Corrado e Luca Rustici, Simone Bertolotti e Marco Trentacoste, l’album in questione è forte delle collaborazioni con Bungaro, Luigi Schiavone, Enrico Ruggeri, Francesco Bianconi ed Ania (in qualità di autori), e l’ex cassiera dell’Esselunga espone la sua vena cupa ed aggressiva, come testimoniano le qualitative melodie di un disco che segna la maturità artistica della stessa Ferreri, capace ora di sorprendere ed estasiare. ‘’Il mio universo’’ non è uno di quei dischi che puoi benissimo ascoltare una o due volte per coglierne il senso: è un album che richiede molteplici ascolti prima di poter scovare i significati profondi e l’essenza stessa dei pezzi che lo compongono.

Ed ecco che, dopo averlo studiato con attenzione, impareremo ad apprezzare il sound rinogaetanino di ‘’Noi Brave Ragazze’’ e la sorprendente ‘’Pareti tacere’’, che vede la sola firma di Giusy Ferreri come autrice del testo. Tra le altre spiccano anche la radiofonicità di ‘’Hai scelto me’’ e la vigorosa ‘’Rossi papaveri’’ . Adatto ad un pubblico di esperti ascoltatori, l’album é inteso, ricco di sfumature e di pezzi gradevoli e non poco potenti. Di rock se ne sente ben poco, ma in circa cinquanta minuti di ascolto scopriamo quella nuova Giusy Ferreri distante anni luce dalla diva anni ’60 che imparammo ad apprezzare alle sue prime battute, e si ritrova per quella che lei si definisce essere veramente. Rock?

Hai trovato questo articolo interessante? Puoi seguirci su Facebook oppure iscriverti GRATIS ai nostri feeds! Su, coraggio!


Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

Commenta

*

Powered by WordPress | Free cell phones brand new for sale. | Thanks to Best at&t deals, Facebook Games and Conveyancing