Top 15 best videogames of the 90s


Lista dei quindici migliori videogame dal 1990 al 1999 catalogati per genere.

La scelta è stata delineata in base ad una media tra valori significativi di: numero approssimativo di copie vendute sino ad oggi; rating di alcune delle maggiori riviste per videogame (XG, GAMES Magazine, OPM, PC Gamer, PSM, EGRmagazine, SSM, GN, ecc.); caratteristiche tecniche (longevità, giocabilità, grafica, trama, sonoro, originalità, ecc.) scelte nel corso del tempo dai consumatori.


 

Shooter

Doomid Software MS-DOS Dic-93 numero copie vendute 4.00m

Doom, con la sua accattivante rete di livelli, varietà di armi e mostri, e la sua ottima giocabilità, ha permesso a milioni di giocatori, al tempo, di provare qualcosa di innovativo e ha dato il via ad una rivoluzione nell’ambito del First Person Shooter; ricordiamo James Schmalz con la serie Unreal (dal 1997-98) che ne ha tratto larga ispirazione. Subito sotto: Wolfenstein 3D (1992) sempre della id Software.

Adventure

Tomb RaiderEidos PS1 Nov-96 numero copie vendute 4.45m

Probabilmente chiunque nel mondo conosce Lara Croft, l’avventuriera pixellata che con il suo stile ha conquistato i nostri cuori, che partì da Vilcabamba, per poi lasciare una traccia in ogni posto del pianeta con gli infiniti sequel, i film, i fumetti Top Cow, i cartoni animati Re\Visioned e quant’altro. Il primissimo TR portò una ventata di innovazione al 3D per PS1 e non solo questo, tant’è che da poco, con Tomb Raider: Anniversary, si è voluto ripercorrere la via dei ricordi di come era Lara dieci anni fa…

Role-playing (RPG)

Final Fantasy VIISquare PS1 Gen-97 numero copie vendute 9.25m

Come re indiscusso tra i Role-playing degli anni 90, con i suoi tre CD-ROM, è stato eletto FFVII. Caratteristiche principali che hanno fatto guadagnare il primo posto in classifica: lo stile prima di tutto, poi il sonoro, la trama, i personaggi, l’azione, la giocabilità. Insomma un capolavoro che ha incantato milioni e milioni di giovani e non-più-giovani; ci ha fatti arrabbiare, sorridere, emozionare e forse ancora, … ci riesce. Del 1999 anche il sequel Final Fantasy VIII ha riscosso un enorme successo, quasi al pari del predecessore.

Action-adventure

Castlevania: Symphony of the Night – Konami PS1, SegaSat, Xbox, PSN Mar-97 numero copie vendute n.p.

Vi pongo di fronte un altro masterpiece, sta volta in 2D, capostipite della saga che ancora oggi spopola, soprattutto su DS. Gli amanti del gotico ne vanno pazzi e ne hanno tratto forte ispirazione; ormai è difficile non trovare Alucard alle fiere in cosplay. Da una longevità tattica, tipica di molti giochi Konami dove solo i migliori riescono a completare il gioco al 100% senza lasciarsi un segreto alle spalle, ai personaggi e al sonoro magniloquenti, che rendono unico e tipico questo genere.

Point and Click

The Secret of Monkey Island – LucasArts MS-DOS, Amiga, Mac OS, Atari ST, Sega CD, FM Towns Ott-90 numero copie vendute 21.0m

Review di Postare.eu.

Dungeon (RPG Sub)

Baldur’s GateBioWare Win, Mac OS Nov-98 numero copie vendute 2.00m

Forse non tra i più noti eppure scelto tra gli altri nel suo genere, precursore di Baldur’s Gate II: Shadows of Amn (con Minsc e il suo criceto Boo) e di Baldur’s Gate Dark Alliance, un videogioco fantastico in tutti i sensi che metteva in scena ambientazioni e personaggi riconducibili allo stile D&D con tanto di razze e mezze razze, classi e mezze classi, abilità, magie, incantesimi, maledizioni, armi d’ogni genere e … non scordiamoci le epiche battaglie contro i draghi! Sullo stesso motore grafico: Icewind Dale (post-99).

Action

Metal Gear Solid – Konami PS1 Set-98 numero copie vendute 5.00m

In questo caso al titolo della categoria aggiungerei una precisazione: action-stealth, infatti con MGS si ha per la prima volta un tipo di azione in cui non è necessario fare piazza pulita dei nemici ma si poteva fare in modo che gli stessi non ci notassero proprio e si poteva perciò evitarli, o in taluni casi addormentarli, ma che ve lo dico a fare, lo sapete già! La trama e il motore grafico riscossero grossi successi tanto è vero che di MGS oggi abbiamo molti splendidi sequel e per le più disparate piattaforme. Alzi la mano chi avrebbe voluto la mimetica ottica ad esoscheletro rinforzato di Gray Fox.

Racing

Gran TurismoSony Computer Entertainment PS1 Mag-98 numero copie vendute 5.50m

Quanti non hanno perso ore ed ore tentando di ottenere patenti e veicoli con Gran Turismo? E quanti si sono divertiti giocando nottate intere con gli amici? Tornei infiniti a sfrecciare su quelle quattro piste per poi riguardare i replay e ridere dei fuoristrada e degli incidenti contro il guard rail. Senza dubbio, il migliore, o tra i migliori, giochi di corse automobilistiche per PS1. Una voce da aggiungere al ‘podio’, seppur fantascientifico, anche WipEout 2097 (o se vogliamo Wipeout XL).

Fighting

Tekken 3Namco PS1 Mar-98   numero copie vendute 5.70m

Quanto più si poteva avere in grafica e fluidità nei movimenti dei pg per PS1 ce lo ha confermato T3 che, rispetto al predecessore, presentava varie innovazioni e migliorie non solo nel campo tecnico (poligoni in diminuzione, frame dell’animazione, texture, ecc.) ma anche nelle opzioni di gioco; ricordiamoci i round di ‘beach volleyball’ per ottenere Gon, il personaggio draghetto e i suoi peti micidiali. E che mi dite del Dr. Boskonovitch, ve lo ricordate? Street Fighter II: The World Warrior della Capcom vince la medaglia d’argento mentre il bronzo va a Mortal Kombat (1992) della Midway Games.

Vehicle simulation

Air Combat (Ace Combat) – Namco PS1 Dic-95 numero copie vendute 10.0m

Chi riesce a ricordare questo titolo di simulazione aerea ricorderà sicuramente anche quale fu la novità, tra quelli del suo genere, ovvero la caratteristica di avere una trama strutturata; una storia che ci introduceva a delle missioni su ambientazioni altrettanto innovative. Chi di voi saprebbe riconoscere, fra altri, l’HUD di AC?

Strategy

Age of Empires II: The Age of Kings – Microsoft, Konami Win, Mac Sep-99 numero copie vendute +2.00m

Ardua è stata la scelta tra il capolavoro della Blizzard, Starcraft, ed AoE2. Infine però, anche se quasi a pari merito per numero di copie e nostalgia, è prevalso AoE2 che ancora oggi ci fa sorridere con il suo sacerdote WOLOLO. Tra gli strategy (sub-genre, ‘artillery’), assolutamente da considerare, Worms (1995).

Platform

Crash Bandicoot 2 Cortex strikes back – Sony PS1 Ott-97 numero copie vendute 7.00m

Chi se non lui poteva arrivare in cima alla classifica tra le piattaforme? Nemmeno Spyro o Gex saprebbero rompere le scatole con quello stile. CB2, secondo alcune critiche, è considerato un passo avanti rispetto al suo predecessore per completezza e giocabilità. Non denuncerei in alcun caso CB numero uno, anzi personalmente lo preferisco. In ogni caso non ci scorderemo mai ne di Aku Aku ne di Crash e delle sue ‘frullate’. Tra i platform riecheggiano Super Mario World della Nintendo e MediEvil della Sony.

Survival horror

Resident Evil Capcom PS1, Win95, SegaSat, DS, PSN Mar-96 numero copie vendute 5.23m

Il gioco che ha dato inizio a tutta la serie. Puzzle e zombie, cosa c’è di meglio? Cercare di risolvere enigmi, anche di un certo spessore, quando un cane contaminato ti corre dietro non è proprio per tutti. Uno dei primissimi che riusciva a far schizzare l’adrenalina ad altissimi livelli. Se giocato in modalità difficile, da soli, in una stanza buia della casa sicuramente anche ora riuscirebbe a sortire un certo effetto. Decisamente degno di nota anche Parasite Eve II, Dino Crisis e, ovviamente, Silent Hill.

Puzzle

Lemmings DMA Design Comm Amiga, various Feb-91 numero copie vendute 20.0m

Centinaia di riedizioni, sequel e riadattamenti, ma l’unico ed inimitabile è il primo. Creato in data 1991 è il rompicapo videogame più apprezzato nel suo genere. I lemmings, che cadevano dalla botola per poi sfracellarsi al suolo se non li si istruiva, riuscivano a farci tenere alta la concentrazione. In quei pochi pixel si riusciva a scorgere il rosa della pelle, i capelli verdi e il camicione blu. Ma qualcuno poi, è mai riuscito a finirlo? Tutt’altro tipo di puzzle-game, sempre notabile, è stato Bust a Move che vorrei ricordare.

Hack andslash (RPG Sub)

Diablo – Blizzard North Climax Group Win, Mac OS, PS1 Apr-98 numero copie vendute 2.50m

Diablo, solo il titolo dovrebbe bastare a colmare ogni genere di perplessità. Cosa dire? O meglio, cosa non dire? Il predecessore di Diablo II, e precursore di Sacred, generatore degli ‘hack and slash’ e fondatore di tutta l’ideologia antistante i giochi del suo genere. Con questo capolavoro, come sappiamo, la Blizzard ha gettato le solide basi del suo impero. Delle stesse categorie, figli e nipoti di D (dopo il ’99), ricordiamo Neverwinter NightsGothicThe Elder Scrolls IV: Oblivion.

 

Hai trovato questo articolo interessante? Puoi seguirci su Facebook oppure iscriverti GRATIS ai nostri feeds! Su, coraggio!


Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

Commenta

*

Powered by WordPress | Free cell phones brand new for sale. | Thanks to Best at&t deals, Facebook Games and Conveyancing