L’amore é davvero una cosa semplice


Dopo tre anni di assenza Tiziano Ferro torna in scena con la nuova opera di inediti, ‘’L’amore è una cosa semplice’’, prodotta da Michele Canova e distribuita da ‘’EMI Music’’, disponibile sul mercato discografico italiano dal 28 novembre 2011. Ciò che predomina nel quinto album in studio del popolare cantautore latinense, registrato presso gli ‘’Hanson Studios’’ di Los Angeles, è l’essenza particolarmente internazionale e molto (forse troppo…) Rhythm & Blues del sound della maggior parte dei 14 brani che vi sono contenuti, messa in luce sin dalla traccia di debutto, ‘’Hai delle isole negli occhi’’. Il disco in questione è un qualcosa capace di modificare la clichettata immagine pubblica del re del pop italiano, che ora si propone valido interprete di sentimenti scritti da altri; un esempio lo è ‘’La fine’’ (cover firmata Nesli –al secolo Francesco Tarducci-), di cui ne viene proposta una sorprendente versione che nulla ha da invidiare all’originale, ma anche ‘’Paura non ho’’ (frutto della collaborazione con Irene Grandi), brano capace di fondere le classiche melodie anni ’60 ai più moderni ed innovativi arrangiamenti. Una pluralità di suoni prodotti da strumenti lontani tra loro, incontrandosi, formano un pezzo che dona splendore alle già indubbie doti vocali del loro autore, il quale sa rendere musica anche frasi prive di musicalità: il primo singolo estratto, ‘’La differenza tra me e te’’, è pura fonte di energia. Il fomento fatto musica, acclamato dalle radio nazionali ed internazionali. Dal canto suo, ‘’Smeraldo’’ -ovvero ‘’Karma’’ nella versione altra in duetto con John Legend– si dimostra, invece, poter divenire il tormentone della prossima estate. Un pezzo che il Sole ce l’ha nel testo. A ritmi coinvolgenti e trascinanti vengono alternati pezzi intimisti e strappalacrime come ‘’L’ultima notte al mondo’’ e ‘’Troppo Buono’’, in un intreccio che soddisfa, conquista e che rende il tutto un equilibrio di emozioni nel quale le tracce più forti compensano quelle più deboli. Il Tiziano Ferro classico gioca a nascondersi nelle canzoni migliori dell’album: quelle che ti sembra di conoscere da una vita, quelle dalle melodie più semplici e (paradossalmente) più banali, quelle che riescono a convincere. Come sempre. Quelle che ci fanno capire che «l’amore è davvero una cosa semplice». (m.d.m.)

Hai trovato questo articolo interessante? Puoi seguirci su Facebook oppure iscriverti GRATIS ai nostri feeds! Su, coraggio!


Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

Commenta

*

Powered by WordPress | Free cell phones brand new for sale. | Thanks to Best at&t deals, Facebook Games and Conveyancing