Lo scontrino fiscale non rilasciato? Segnaliamo i furbetti


Ed eccoci nuovamente a parlare di evasione fiscale. Visto anche il triste primato italiano (il 48% dei redditi non viene dichiarato, primi in Europa) negli ultimi mesi c’è stata una particolare attenzione mediatica al fenomeno. Questo ha permesso un miglioramento su diversi punti di vista. Se gli incessanti controlli della Guardia di Finanza non facevano notizia fino alla fine del 2011, ora è nota a tutti la grande visita fatta ai commercianti di città come Cortina, Portofino, Milano. Questo ha fatto bene alle entrate dello Stato, non solo in virtù delle multe salate che i negozianti più “furbetti” si sono viste recapitare, ma un po’ a tutto il sistema. Pare infatti che gli incassi di moltissimi negozianti delle zone limitrofe a dove sono stati effettuati i controlli, abbiano, curiosamente, avuto un’impennata, in alcuni casi fino al 200%.

Senza contare poi l’elemento forse più importante della vicenda: i privati cittadini iniziano infatti a rendersi conto di ciò che ogni volta che non ci viene rilasciato lo scontrino, ci perde la collettività, e quindi ogni singola persona.

Possiamo quindi affermare che non ci sono più scuse nell’evitare lo scontrino fiscale o la fattura. Ognuno è dovuto a richiederlo ad ogni acquisto.

Lo scontrino fiscale fa bene alla salute dello Stato; sì, possiamo dirlo.

I modi per denunciare l’evasione fiscale ci sono e le statistiche dicono che finalmente sono in aumento i cittadini che si preoccupano di fare segnalazioni all’Agenzia delle Entrate e alla Guardia di Finanza.

Lo strumento principale è sicuramente il contatto diretto con il Corpo della Guardia di finanza. Possiamo poi servirci di alcuni portali internet che cercano di individuare le zone più colpite da questo fenomeno.

Nel sito tassa.li è possibile fare una segnalazione online, oppure tramite un applicazione scaricabile gratuitamente per il proprio telefonino smartphone.  Per ogni scontrino che non ci viene rilasciato basterà indicare luogo, tipologia di acquisto ed entità dell’evasione.

Un altro sito degno di nota è nonevado.it, dove questa volta si cerca di premiare chi, e sono molti, invece paga le tasse regolarmente fino all’ultimo centesimo. Ogni consumatore può scegliere di indicare un commerciante onesto che ha rilasciato lo scontrino fiscale.

Rimane garantito in entrambi i casi l’anonimato sia per il segnalatore che per il segnalato. Questi siti non hanno nessun collegamento con chi deve effettuare i controlli. Pertanto cerchiamo di non limitarci solo all’uso di questi strumenti, ma di denunciare l’evasione fiscale anche e soprattutto alla Guardia di Finanza.

Come non ricordare, infine, che l’evasione fiscale in Italia equivale a circa il 18% del Pil (Prodotto Interno Lordo).

Hai trovato questo articolo interessante? Puoi seguirci su Facebook oppure iscriverti GRATIS ai nostri feeds! Su, coraggio!


Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

10 commenti a “Lo scontrino fiscale non rilasciato? Segnaliamo i furbetti”

  1. vladimir scrive:

    Le ultime due domenica sono andato al mare a Bari su la ”P**e e p******o” .Questa e l’altra domenica ho assistito come al bar su la spiagia ,popolatata per lo piu di stragnieri,i baristi non hano emeso scontrino a nesuno dei bagnanti (in costume da bagno).Chi era vestito e parlava italiano non barese riceveva il pezetino di carta.

  2. sara scrive:

    salve !!!! vorei fare una denuncia a una ragazza cinese, che si trova in a******i in via c******i n 2*0 o 2*2 provincia di CA,

    ieri sono andata da lei a fare una spesa di 35 euro lo chiesto lo scontrino , si e anche permessa di rispondermi male che rabbia !!!!!

    ci pensate vuoi ???

    • admin scrive:

      Ciao Sara! Noi non siamo avvocati o finanzieri e non ci occupiamo di queste cose.
      Puoi contattare, coma già detto, tu direttamente la Guardia di Finanza dal loro sito internet. O chiamare il 117 dal negozio non appena ti vengono fatte storie per il rilascio dello scontrino.

  3. Antonino Santapaola scrive:

    Dimenticavo , ieri in un Autogrill vicino a Torino , ho pagato caffe’ e biscotti , 5,40 €. , e la tipa , al mio dire , mi ha detto non si preoccupi lo scontrino e’ la, attaccato alla cassa , ho visto che lei ha pagato !!??
    Si , pero’ io lo volevo , non che si prende i soldi , e li ruba anche all’Autogrill stesso .
    uscendo , le ho detto , se viene un Finanziere , gli dico che lei non me lo ha voluto dare ?
    E lei si e’ fatta ancora una risata !!!
    Roba da pazzi ! P forza in Italia , le cose vanno male …
    Chi denuncia queste cose , e’ considerato uno str……….o .

  4. Antonino Santapaola scrive:

    Al mercatino d’Antiquàriato di Savona , ho comprato da un tipo con un cagnolino di razza, gli oggetti , dei quali non solo non mi ha fatto lo sconto , ma neanche mi ha dato nessun scontrino . mi sono informato , ed ho saputo che questi hanno la licenza , e sono commercianti ambulanti , molti di loro , lo fanno , ma altri , come questo che hanno mezzi da 50.000 €. , non la fanno .
    Senza parlare poi di quei Mercati , dove i cosidetti Hobbisti , fanno finta di scambiare degli oggetti , e invece , vendono in nero abusivamente senza licenza , creando danno a quelli che l’hanno , e che pagano le tasse .
    Ogni tanto , sono poveretti , molto spesso sono gente che si e’ fatta la villa al mare , a furia di vendere in nero , con la scusa di essere Hobbista !!!

  5. donato scrive:

    A bergamo gli autolavaggi non emettono scontrini

  6. alessandro scrive:

    xke nn si fanno controlli piu dettagliati del semplice emissione scontrino fiscale a gruppi commerciali molto piu grandi e quindi con evasione molto piu consistente?

    • admin scrive:

      In realtà i controlli vengono fatti su molti fronti. Basta leggere le News nel sito della Guardia di finanza per accorgersene. Direi che sono importanti entrambi i controlli che indichi tu. E noi come cittadini dobbiamo fare il possibile per ridurre a zero l’evasione.

  7. ionel scrive:

    sono stato in porto recanati mc,a un benzinaio se chiama c*****e sul statale 16 gruppo api.e un camionista con targa cd *** *z di d****a transporti,prende diesel da 310 euro e paga con carta shell 600 euro. benzinaio c*****e paga 165 euro a camionista .Oggi 21/02/2012 .invece io ho comprato catene per auto senza scontrino .grazie

Commenta

*

Powered by WordPress | Free cell phones brand new for sale. | Thanks to Best at&t deals, Facebook Games and Conveyancing