Settantun anni e non sentirli!


La tigre di Cremona pubblica ‘’Piccolino’’, il sessantasettesimo disco in studio della sua carriera, un album che vanta preziose collaborazioni con importanti artisti musicali e che fonde il classico col moderno. Distribuito dalla ‘’Sony Music’’ e prodotto da Massimiliano Pani, l’album in questione racchiude in se dieci inediti tra cui la intima e sorprendente ‘’Questa canzone’’, esempio reale di pura poesia in musica, nonché oggetto dell’avvincente mistero legato ai suoi autori: scritta nel 1971 da Paolo Limiti e Mario Nobile, fu spedita come inedito a Mina. Nel mentre, però, i contatti andarono persi ed essa rimase anonima per ben quarant’anni, prima di rispuntare fuori sorprendentemente in occasione della selezione dei pezzi da inserire in ‘’Piccolino’’. Quindi l’inizio della ricerca degli autori, iniziata il 17 ottobre scorso. Giornali, televisione, web: dappertutto si è parlato della misteriosa canzone che, alla fine, è riuscita a ritrovare i suoi compositori. ‘’Compagna di viaggio’’, è firmata da Giorgio Faletti, ed è capace di trasmettere sin da subito la trasparente limpidezza che caratterizza l’intero album. E’ interessante scoprire che in due dei pezzi presenti nel disco Mina è accompagnata da un’eccelsa orchestra diretta dal maestro Gianni Ferrio: uno di questi è ‘’L’uomo dell’autunno’’, le cui soffici ed incantevoli musiche (curate da Maurizio Fabrizio) riescono ad esaltare al meglio la malinconia trasmessa dal testo. Altri due pregevoli autori lo sono la Marisa Monte di ‘’Ainda bem’’, particolare ballata dal sapor sudamericano, e l’Andrea Mingardi dell’esaltante ed esplosiva ‘’Canzone maledetta’’. Nicola Riccardo Fasani, alias Faso degli Elio e le Storie Tese, è il basso delle tracce 1,2,5,9 e 10, mentre Celeste Frigo si occupa del missaggio di tutti i brani contenuti nell’album. La collaborazione più prestigiosa e significativa è senza dubbio quella con Giuliano Sangiorgi dei Negramaro in qualità di autore di ‘’Brucio di te’’ e di ‘’E così sia’’, interpretate dalla signora Mazzini con struggente passione e candida impeccabilità. ‘’Piccolino’’ è un disco che scorre rapido ma che allo stesso tempo riesce ad essere intenso, puro e denso: l’ennesimo gioiello sfornato da una voce senza limiti.

Hai trovato questo articolo interessante? Puoi seguirci su Facebook oppure iscriverti GRATIS ai nostri feeds! Su, coraggio!


Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

Commenta

*

Powered by WordPress | Free cell phones brand new for sale. | Thanks to Best at&t deals, Facebook Games and Conveyancing